E se il thiomersal fosse responsabile della pubertà precoce?

Circa alcuni Medical Facts che andrebbero approfonditi ulteriormente…

C’è uno studio molto interessante, anche piuttosto recente, datato Novembre 2018, che mette in relazione gli effetti del thiomersal con la pubertà precoce in soggetti sottoposti al vaccino per l’epatite B, entro i primi sei mesi di vita.

Lo studio pone infatti l’accento su una possibile relazione tra l’esposizione dei sali di mercurio, che agirebbero come interferenti endocrini, portando, di fatto, all’insorgenza della pubertà prematura.

L’analisi è stata condotta, ovviamente, in modo retrospettivo, utilizzando una tipologia di test di ipotesi a progettazione longitudinale con caso-controllo, attraverso dati raccolti in modo prospettico dal Vaccine Safety Datalink (VSD), tipologie di analisi di questo tipo possiamo ritrovarle anche in famosi trial clinici, come ad esempio quello di James Lind (1747) in cui si dimostrò l’efficacia dell’acido ascorbico nella cura dello scorbuto.

Dallo studio emerge che i casi che hanno portato ad una diagnosi di pubertà prematura, hanno avuto una maggiore probabilità di esposizione ai sali di mercurio contenuti nei vaccini contro l’epatite B, conservati, appunto, con Thimerosal.

L’odd ratio, più comunemente indicato con la sigla OR, in epidemiologia, è la misura dell’associazione tra due fattori. Nello studio viene riportato, dopo somministrazione entro il primo mese dalla nascita, un OR pari a 1.803, dopo due mesi dalla la nascita un OR di 1.768 fino ad un OR pari a 2.0955 ottenuto entro i primi sei mesi dalla nascita, rispetto ai soggetti di controllo.

Per coloro che hanno poca familiarità con l’odd ratio, è utile sapere, che se il valore dell’OR ottenuto è pari ad uno, significa che l’odds (ossia la probabilità) di esposizione nei sani è uguale all’odds di esposizione nei malati. Questo, più semplicemente, indica che il fattore di rischio è ininfluente. Diversamente, se il valore dell’OR è invece maggiore di uno, il fattore di rischio ha una maggiore probabilità di essere implicato nella comparsa della malattia o della patologia in esame.

Attualmente i vaccini pediatrici, contenenti thiomersal, utilizzati per l’epatite B in uso sono: l’Engerix B, il Quintanrix, Recombivax hb, Trintanrix Hepb, Recombivax hb e Infanrix Hepb.

Annunci